Se ne parlava da tempo, le difficoltà tecniche erano molte. Ora è cosa fatta: il Consiglio dei ministri di stamattina ha deciso l’incorporazione di Anas in Ferrovie. Lo prevede una norma del decreto che accompagnerà la manovrina da 3,4 miliardi di euro ancora in lavorazione fra Palazzo Chigi e Tesoro. Secondo quanto riferiscono fonti concordanti de La Stampa non si tratta però del progetto di fusione discusso per molti mesi al ministero delle Infrastrutture. La norma inserita nel decreto prevede il conferimento di Anas al gruppo Ferrovie, la quale diventa capogruppo della società stradale.

(FONTE: LA STAMPA)